Blog

Nel 2003 ho Fondato il marchio ALEX•BALL perché sentivo il bisogno di creare gioielli che fossero diversi da quelli che si possono trovare facilmente in commercio. Per me i gioielli hanno un valore non attribuibile solamente al valore economico, ma sopratutto al legame personale che la donna crea con  il proprio oggetto.

Oggi mi trovo, dopo 30 anni di lavoro in azienda, a voler parlare al pubblico per raccontare la mia esperienza di imprenditore, ma soprattutto di creativo.

La mia voce... fuori dal coro

Sono una persona percettiva, attraverso una sensibilità che reputo più spiccata della media riesco ad intuire situazioni future, a cogliere i mutamenti di un mercato in rapidissima evoluzione. Con coraggio, perseveranza invento sempre, apro nuove strade, spesso insidiose, ma la cui meta mi dona grande soddisfazione: mi piacciono le sfide.

La mia fortuna è che gli altri spesso non capiscono le mie mosse, talvolta mi considerano un folle. Quando un competitor comincia ad apprezzare, comprendere, imitare, per me è tutto finito e sto già creando qualcosa di nuovo.

Ritengo che una delle cose meno pericolose dei nostri tempi sia indossare gioielli. Chiudere un gioiello in cassaforte per paura di un furto è come non guidare l’automobile per paura di fare un incidente.
Un gioiello è qualcosa che ci rappresenta, non possiamo separarci da qualcosa di caro. Per questo ALEX•BALL non è ostentazione ma un profondo simbolo di appartenenza.

Oltre lo smalto, c'è di più

Molti mi chiedono: “Perché le sfere sono spesso smaltate? L’oro resta nascosto…”.

Chi sceglie ALEX•BALL lo fa per se stesso, non per esibire. È un modo per avere qualcosa di prezioso, intimo, senza per forza attirare l’attenzione di chi si ferma alla superficialità.

L’essenza è la cosa più preziosa e non si vede, l’involucro invece, è effimero.

Per comprare un gioiello ci vuole fiducia nei confronti di chi lo vende.

Non bisogna mai acquistare senza essersi informati prima sulla moralità e sulla serietà dell’azienda.
Inoltre, secondo il mio punto di vista, la regola principale è diffidare sempre di chi ha prezzi troppo bassi o fa sconti troppo alti.
Meglio spendere qualcosa in più che sprecare poco.

Non spendere tanto per avere quello che hanno tutti, spendi il giusto prezzo per essere diversa.

Alex Ball - Firma Alessandro Pallavidini